#Traduzione di Robert Frost

dalla raccolta“ A Boy’s will” (1913)

cosa-significa-sognare-il-vento-3

La raccolta A Boy’s will prende il titolo e il carattere dai primi due versi della poesia “My lost youth” di Henry Wadsword Longfellow:

A boy’s will is the wind will

And the thoughts of youth are long, long thoughts

Che tradurrei come : ” La volontà di un ragazzo è desiderio di vento

e i pensieri della gioventù sono lunghi, lunghi pensieri

Se si potesse dare una struttura al vento, all’interno troveremmo necessità e volontà– così come in quasi tutte le forze della natura – e sotto l’impulso della necessità e della volontà si muove anche la gioventù, che aspira al vento, al cambiamento. Nessun’altra età della vita sa dare meglio di lei un significato concreto all’ espressione ” sognare il vento”. Ed è con questa disposizione che credo sia necessario affrontare le liriche di A boy’s will.

Into my Own

One of my wishes is that those dark trees,

So old and firm they scarcely show the breeze,

Were not, as ‘twere, the merest mask of gloom,

But stretched away unto the edge of doom.

I should not be withheld but that some day

Into their vastness I should away,

Fearless of ever finding open land,

Or highway where the slow wheel pours the sand.

I do not see why I should e’er turn back,

Or those should not set forth upon my track

to overtake me, who should miss me here

And long to know if I held them dear.

They would not find me changed from him they knew-

Only more sure of all I thought was true.

In me stesso

Uno dei miei desideri è che quegli scuri alberi

così antichi e saldi che appena fremono alla brezza,

non siano, come erano, solo una visione di buio

ma si elevino oltre il limite del destino.

E che un giorno, senza essere trattenuto,

dentro la loro vastità io dovessi scivolare via,

senza timore di affrontare lo spazio aperto,

o la Strada Maestra dove la lenta ruota morde la sabbia.

Non vedo perché mai dovrei tornare indietro,

o coloro che sentono la mia mancanza

non dovrebbero seguirmi e raggiungermi

a lungo chiedendosi se ancora li amo.

Non mi troverebbero diverso da come mi conoscevano-

Solo più sicuro su tutto ciò che consideravo autentico.

A Line-Storm Song.

The line-storm clouds fly tattered and swift,

     The road is forlon all day,

Where a myriad snowy quarz stones lift,

       And the hoof-prints vanish away.

The roadside flowers, too wet for the bee,

        Expend their blooom in vain.

Come over the hills and far with me,

         And be my love in the rain.

The birds have less to say for themselves

        In the wood-world’s torn despair

Than now these numberless years the elves,

        Althoug they are no less there:

All song of the wood is crushed like some

     Wild, easily shattered rose.

Come, be my love in the wet wood; come,

       Where the boughs rain when it blows.

There is the gale to urge behind

        And bruit our singing down,

And the shallow waters aflutter with wind

        From which to gather your gown.

What matter if we go clear to the west,

       And come not through dry-shod?

For wilding brooch shall wet your breast

      The rain-fresh glodenrod.

Oh, never this whelming east wind swells

      But it seems like the sea’s return

To the ancient lands where it left the shells

     Before the age of the fern;

And it seems like the time when after doubt

      Our love came back amain.

Oh,come forth into the storm and rout

     And be my love in the rain.

Un canto incontro alla tempesta.

Le nuvole sul confine della burrasca volano sfatte e veloci,

la strada per tutto il giorno è deserta

e solleva, come nevischio, una miriade di pietre di quarzo

cancellando le tracce degli zoccoli.

I fiori sul ciglio della strada, troppo umidi per l’ape,

consumano invano la loro fioritura.

Vieni lontano oltre le colline con me,

e sii il mio amore nella pioggia.

Gli uccelli han ben poco da dirsi

nel disperato scompiglio del bosco,

molto meno degli elfi millenari che qui dimorano:

tutta la sua musica è annientata

come una rosa selvaggia facile da distruggere.

Vieni, sii il mio amore nel bosco umido,

vieni dove il suo soffio stacca i rami.

Là dietro spinge la burrasca

e getta a terra il nostro canto,

le acque poco profonde s’increspano col vento

che scuote il tuo abito.

Che può succedere se andiamo dritti verso Ovest

e non torniamo con scarpe asciutte?

Poiché una sferza dorata di fresca pioggia

come spilla selvaggia inumidirà il tuo petto.

Oh, non gonfia mai il rovinoso vento dell’Est,

sembra piuttosto il ritorno del mare

alle antiche terre dove abbandonò le conchiglie

nella prima alba del mondo;

e fa pensare a quando dopo l’incertezza

il nostro amore ci assalì di nuovo assoluto.

Oh, avanza nella tempesta e sconfiggila

sii il mio amore nella pioggia.

Now close the windows.

Now close the windows and hush all the fields;

      If the trees must, let them silently toss;

No bird is singing now, and if there is,

     Be it my loss.

It will be long ere the marshes resume,

   It will be long ere the earliest bird:

So close the windows and no hear the wind,

     But see all wind-stirred.

Ora chiudi le finestre.

Ora chiudi le finestre e fai star zitti i campi;

se gli alberi devono, lascia che si scuotano in silenzio;

nessun uccello sta cantando ora, e se ci fosse

lo perderemmo.

Ci vorrà molto prima che le paludi riappaiano,

molto prima che arrivi l’uccello più mattiniero.

Così chiudi le finestre e non ascoltare il vento,

ma guardalo tutto nel suo turbine.

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in poesie, riflessioni, traduzioni, Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...