Principe Filippo di Edimburgo

Re e Regina

In futuro il nome di lei non sarà mai più disgiunto dal suo, per tutti i secoli a venire. Basterà affiancare al nome della Regina Elisabetta II quello del Principe filippo d’Edimburgo per aprire un’ epoca di grande intensità della Corona d’Inghilterra.

Per i libri di storia sarà sufficiente descrivere il suo funerale per riuscire a darne un ritratto pressoché completo; un compito facile e arduo allo stesso tempo, trovare la giusta misura descrittiva senza cadere nella verbalizzazione inutile e nella minuziosità di particolari che sottraggono invece di aggiungere.

Altro che comprimario…! Il Principe Filippo, dopo essersi ritirato dalla vita pubblica per il peso di una veneranda età, piomba in scena con tutta l’energia di un protagonista, e non a sugellare l’ultimo atto o per pronunciare la battuta finale, ma solo per chiudere il sipario con gesti esatti e distintivi, regalmente ineccepibili. E con il sipario alle spalle accende tutte le luci in sala, avanza verso il pubblico completamente in piedi pronto a tributargli un’ovazione muta e commossa; avanza e indietreggia allo stesso tempo con statura da gigante.

In una mano trattiene senza sforzo la sua famiglia, dimentica delle piccole e meschine beghe quotidiane, nell’altra l’intera Gran Bretagna, e di più, il mondo sospeso alla sua figura. Raccoglie tutti quanti in una coreografia emotiva da lasciare senza fiato, dove c’è posto per tutti, purché il cordoglio sia accorato e trattenuto, quasi per raggiungere un grado di leggerezza e di strazio simile agli acuti fischi di saluto e di tributo del Corpo della Marina Britannica a cui apparteneva.

Affiora nei rigorosi passaggi, tuttavia privi di severità, l’architettura suprema di una vita che mantiene le sfumature del ritratto.

Infine, il passo titubante della Regina, raccolto e sostenuto dal cerimoniale a scandirne la solitudine incolmabile; solenne aperto e disteso l’organo ad accompagnare le lacrime, elevarle, riempire le navate, spalancarle al più grande mistero della vita.

Ho scelto questa foto del Principe Filippo D’Edimburgo e della Regina Elisabetta come attimo di gustosa quotidianità, delicata e raffinata ironia all’interno del protocollo, cosa che, dicono, sembra piacesse molto al Principe Filippo.

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in in memoria, notizia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...