#Contraddizione

Greta-vertice-clima-COP

 

Ci state rubando il futuro – E’ lo slogan più usato dai giovani nei cortei ecologisti contro il cambiamento climatico – Avvelenate il nostro domani – Urlano gli studenti in faccia agli operai dell’ ILVA con l’ #arroganza e l’#egoismo ristretto tipico dell’età che si dimentica come gli stessi operai a casa abbiano famiglie e figli da mantenere.

Bene, detto questo andiamo alla mia passeggiata di sabato pomeriggio in pieno centro per uno sguardo generale alle vetrine e ai negozi in vista di acquisto pre-prenatalizio, come per esempio una tuta da palestra da regalare a mio figlio. Mi intendo poco di tute e quindi cerco un negozio di articoli sportivi tra i più gettonati. Con Blonde a fianco (la mia cagnolina, che i frequentatori di #twitter conoscono bene ) entro dentro e inizio a guardarmi intorno… scarpe per ogni sport e poi tute su tute su tute…e poi un caldo soffocante e fastidioso comincia a distrarmi e guardandomi intorno noto che i commessi sono vestiti come i giocatori di calcio, vale a dire pantaloncini corti e maniche corte. Gruppi di ragazzi,che presumo amanti dello sport e della vita sana e all’aria aperta, sono radunati qui e là e si intrattengono in chiacchiere come al bar, assolutamente indifferenti al fatto che in questo negozio ( come in diversi altri lungo il corso ) le porte rimangono costantemente aperte, anzi spalancate per politica aziendale, lanciando un chiaro messaggio di invito e accoglienza che dovrebbe aiutare a incrementare gli acquisti. Tutto questo fregandosene bellamente del risparmio energetico e dell’impatto ambientale di tutti i metri cubi d’aria calda che finiscono per riversarsi all’esterno, salendo in alto, negli spazi imprecisati ma indiscussi che costituiscono il microclima.

Me ne esco accaldata e un po’ indignata per l’assoluta indifferenza dei giovanissimi clienti e dopo pochi metri m’imbatto in un altro negozio di biancheria intima, rigorosamente surriscaldato, con l’entrata ampia e spalancata. Anche questo tipo di esercizio dalla lingerie glamour, suadente e fascinosa, non è frequentato propriamente da anziani ma da giovani corpi ansiosi di presentarsi al meglio anche nei momenti intimi – Anche loro se stanno attenti a non usare più bottigliette di plastica, d’altro canto se ne strafregano dell’impatto ambientale che questa politica commerciale provoca sul microclima delle città e non solo…

A questo punto lasciatemi inviare due paroline a Greta Thumberg:

Cara Greta, dalle trecciolone old fashioned, lo so che nei tuoi sogni più belli ti vedi correre in un mondo anacronistico molto simile a quello di Heidi; so anche che il tuo folto entourage di super-radicalchic,  iper-impegnati su tutti i fronti, cerca di evitarti inutili contaminazioni con i comuni mortali facendoti attraversare  l’Atlantico in barca a vela ( il massimo del trendy-snob ) ; ma personalmente io ti consiglierei di passare i sabati facendo shopping e magari andando ad acquistare qualche cosmetico dentro qualche grossa catena, ti troveresti così di fronte alle molteplici #contraddizioni che rendono la lotta per l’ambiente così  complicata; giudicheresti improvvisamente più insulsi gli slogan urlati dai vostri e nostri cortei ecologisti e forse cominceresti ad accusare i giovani tuoi coetanei di cecità arroganza e vedute ristrette.

I giovani non sono meglio degli adulti: sono d’accordo nel disboscare le pinete se si tratta di andare a sciare e va bene pure per loro surriscaldare le città se significa poter prendere l’aperitivo all’aperto e vestirsi come d’estate anche in pieno inverno, nonché comprare regali senza la fastidiosa fatica di dover aprire la porta del negozio.

Detto questo, a te rifletterci su.

Cordialmente ti saluta una tua sconosciuta zia rompipalle.

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in brano di prosa, denuncia, ecologia, riflessioni, segnalazioni, storia vera, Uncategorized, valutazioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...