D-DAY / Foto di famiglia in un esterno

 

Trump e reginaD-Day

Parenti prossimi e acquisiti più qualche amico tra quelli preferibili. Tutto davanti all’intero Regno Unito e alla telecamere di tutto il mondo. In Gran Bretagna qualcuno applaude, altri meno.

Ma passiamo in rassegna i protagonisti partendo dalle comparse. Troviamo Carlo e Camilla, che proprio comparse non sono, tuttavia esibiscono l’aria svogliata e assente di chi non vede l’ora di tornare a casa, in una delle loro splendide dimore, tra campagna bucolica e allevamenti, quadri di paesaggi ( quelli di Carlo sono più che apprezzabili) e attività agricole portate avanti con cura e coscienza ecologica; a fianco l’impeccabile Kate Middelton, sempre così perfetta in ogni occasione ufficiale da non suscitare più alcun commento e trasformarsi in questo modo in una “principessa dell’anonimato”.

Coi suoi 95 anni compiuti, La Regina Elisabetta – che comincio a dubitare appartenga al genere degli x-man – pronuncia tutta sola, senza il principe consorte Filippo al suo fianco – il discorso del D-Day in un completo rosa confettoso corredato dall’ usuale cappello che sembra una pentola, ornato però in modo frivolo e fiorito.

Accanto a lei il solito bietolone di Trump, che incarna il modello yankee al cient per cient, e di fianco Melania Trump. E qui vi voglio: nelle sue non frequenti uscite ufficiali Melania ha dimostrato una progressiva inclinazione ad equiparare la regina Elisabetta nel dubbio gusto degli abiti scelti. Le sue mises sono sempre discutibili, sembra ce la metta proprio tutta per non azzeccarne una. In particolare quella della parata spliccava sulle altre; il luminoso bianco panna non bastava a distogliere l’attenzione dall’improbabile copricapo poggiato precariamente sulle ventitreé, tanto simile a un’astronave spaziale di un b-movie di quando erao ragazzina. La sua espressione è quella di sempre, cioè indefinibile: non si sa se partecipe, indifferente, sprezzante o se, scocciata, nei suoi pensieri manda praticamente tutti  affanculo, – Boh, non see saaa…

Tra gli amici intimi spicca un Macron che se anche si lascia scappare la Francia, alla cerimonie mostra sempre un bello stile – ma soprattutto non vuole perdersi la fetta di torta promessa da Trump sul finale ( leggi accordi commerciali ).

E la sostanza ..? E’ quella di sempre, voglio dire molto simile alla richiesta d’aiuto che partì dal Regno Unito nella seconda guerra mondiale: mentre l’isola più grande d’Europa, sotto la tempesta della Brexit, rischia di trasformarsi in una barchetta in balia dei marosi, ecco l’ invito e la visita del cugino ricco d’America che promette contratti e aiuti finanziari.

Seria, compunta nella sua eleganza severa , Teresa May non si arrende e vuole dare il suo ultimo decisivo tocco.

Beati loro che hanno il parente ricco d’ America che arriva sempre a salvarli…!!! E a noi chi ci salva da manovre economiche che sembrano nate da serali eccessi alcolici …?

Auspico a questo punto un governo tecnico, grigio rigido e austero, senza se e senza ma, che ci faccia però in qualche modo navigare…..

Se vi chiedete il perché leggete qui:

emmapretti.wordpress.com/2014/11/11/salvini-e-i-rom-videogioco/

 

Annunci

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in notizia, parodia, riflessioni, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...