Trasmissioni del dolore e del linciaggio . #Barbara D’Urso

Quanto è grave l’atteggiamento tenuto da #Barbara D’ Urso  nella sua ultima trasmissione apparsa in concomitanza con la #giornata contro la violenza sulla donna –  intervento tanto discutibile,  retrivo, privo di scrupoli da spingere Enzo Jacopino, presidente dell’Ordine dei Giornalisti, a intervenire con una denuncia, che personalmente spero abbia un seguito ? –  E’ grave, molto grave, e il motivo è presto detto: il pubblico di questo tipo di trasmissioni non è quello che ascolta musica classica, guarda Skyarte  Rai5Storia  Rai Educational e a tavola commenta l’aderenza filologica di una traduzione rispetto al testo originale; si tratta piuttosto del grande pubblico, non un audience di nicchia ma di un ascolto che abbraccia strati sociali di carattere popolare e le più disparate fasce d’età. Queste trasmissioni di cuore e di pancia entrano in quasi tutte le case, comprese quelle della provincia più arretrata, delle periferie anonime e delle grandi periferie degradate, dove il teppismo è onnipresente, il bullismo anche, unito alla violenza individuale di gruppo o famigliare, e dove le Forze dell’Ordine intervengono più frequentemente per sedare conflitti  abusi e aggressioni domestiche.

Essere donne all’interno di queste realtà risulta difficile più di quanto un qualsiasi individuo che le guardi dall’esterno possa immaginare. Sono zone ai margini dove l’assenza di speranza, la frustrazione, il rancore per un domani negato costituiscono gli ingredienti con cui si impasta il pane quotidiano, alimenti velenosi che trovano il proprio capro espiatorio nella figura femminile. Dentro le cucine dove volano botte ai figli e alle mogli gli unici echi di una cultura popolare e in alcuni casi distorta, arriva dal televisore.

Grazie a cotanta conduttrice ( la D’URSO ) adesso i maschi sapranno che la donna che tradisce, a differenza dell’uomo, merita l’uccisione e il linciaggio, e le ragazze e le donne accanite telespettatrici, anche loro alla fine se ne convinceranno proseguendo così il loro cammino di sottomissione, di sacrificio e di colpa.

Mentre si discute e ci si impegna per diffondere un’educazione che conduca gli individui a riconoscere la libertà personale dell’altro, a cancellare la convinzione del possesso di una persona, La D’Urso con una sola trasmissione ricostruisce e ripropone la più abbietta linea patriarcale.

Queste sono le parole con cui Enzo Jacopino, presidente dell’Ordine dei giornalisti, si è espresso : Il femminicidio non si consuma solo con l’uccisione di una donna, ma, oltre la morte, anche con l’oltraggio alla sua vita e a quello della sua carne: i suoi figli”

A mio parere la colpa di questa conduttrice, neanche iscritta all’ordine dei giornalisti, purtroppo va vergognosamente molto al di là,con la sua influenza mediatica va a schiacciare le vite di donne che per nascita non hanno scelta: o sante o puttane, ma sempre comunque purtroppo anche martiri.

Annunci

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in denuncia, riflessioni, storia vera, valutazioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...