La stanza dell’infelicità

Senza alcun commento visivo dedico questa poesia a Robin Williams  ( Chicago 21 luglio 1951 – Tiburon 11 agosto 2014 ) e a tutti coloro che a un certo punto non hanno più trovato motivo per vivere.

 

 

La stanza dell’infelicità

 

In fondo al cuore c’è un fanciullo tetro

che gioca con un coro di scimmie

senza divertirsi.

Le scimmie gli regalano giocattoli

che appena sfiorati prendono fuoco,

e il bagliore che sfrigola

crea una luce avvolgente e sinistra.

Sopra le ceneri alla fine

lui si siede.

Le scimmie chiamano altre scimmie

mentre il fanciullo parla da solo.

In fondo al cuore il fanciullo tetro

si sofferma ovunque ci sia  un groviglio

commovente e penoso, pronto a non dargli pace;

se preso per mano s’impunta, non per capricci insolenti,

ma pomeriggi d’ingombrante pesantezza.

Appare ovunque in lacrime, come una pietra

che geme per il suo stesso zampillo. E in lacrime

è cresciuto a una gravosa corpulenza.

Ha scavato una cantina e ne ha fatto

la stanza dei passatempi,

i suoi preferiti sono povertà e fantasmi,

che gli insegnino ad avere paura.

Se ne infischia di avere un mondo e un cosmo

intorno a lui. Per la grande delusione di esserci

se lo strappa via, quel mondo.

Mentre il tramonto dei beati sommerge i campi

una luna di esile sostanza gli concede

lo svago prediletto: aprire la finestra incontro a un’età

senza domani, sporgersi e penzolare nel vuoto

verso una morte a volo, allungare un braccio,

e quando gli riesce, mettere il guinzaglio a una nuvola,

tenerla stretta come la strozzasse.

Davanti al suo nome inciso nella saldezza del vetro

gli viene spesso da ridere, così spesso da convincersi

che non ce n’è poi tanto motivo.

 

 

La lirica fa parte della raccolta  Un guaio che non è stato preso in esame  Edizioni Sefeditrice,, febbraio 2014

 

 

Annunci

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in da raccolta di poesia, in memoria, poesie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a La stanza dell’infelicità

  1. Johnc483 ha detto:

    I genuinely enjoy studying on this website, it holds good content. Never fight an inanimate object. by P. J. O’Rourke. eccdfkgcacdc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...