Prima degli aquiloni

Non intendo aspettare che le colombe

trascinino aquiloni dentro l’ immenso

oceano di un cielo intenso,

aprirò la finestra subito

adesso che le scorze ramificano

e c’è vento.

I mulinelli si addicono al mio pensiero.

Poco importa se entra polvere

rametti  frammenti e foglie

di un antico autunno.

Il soffio è bello e non è reale.

Non conosce esattezza e le tende

intonano il suo inno mentre

compone tappeti di visioni

e corse e nodi.

Appoggia proposte negli angoli

insegue ragni impazziti fino al soffitto,

della cucina rimescola gli aromi

il gusto pieno sale fino agli occhi:

panetti fragranti lievitano ovunque,

baciati dal sole, gonfiati dal vento

un boccone di nuvole.

Annunci

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Prima degli aquiloni

  1. C’è voglia di leggerezza e scuotimento in quel soffio che spinge e gonfia e lascia barcollare il vecchio, ormai caduco, tempo della stagione in cui fa buio presto. Spalanco anch’io, tolgo gli ormeggi alle finestre che mi hanno preservato dal freddo inverno.

  2. chocolate tales ha detto:

    il mio problema resta sempre lo stesso – forse è il problema di tutti i sognatori – di vedere solo ciò che non è reale. Lo scontro, poi, con la realtà, crea non pochi problemi.
    Nella pratica mi capita più spesso di arrabbiarmi con i colleghi, giusto ieri, perché do per scontato che lavorino come dovrebbero, altre volte, però, riflettendo così sulla mia vita, su quel che faccio e quel che vorrei fare, quel che ne esce è rabbia che riverso un po’ su chi capita e un po’ troppo poco su me stessa.
    Bellissimo il post.

  3. emmapretti ha detto:

    Grazie per il giudizio. Apri la finestra e respira forte, a volte le briciole fastidiose della quotidianità posso volare via. :)) Ciao

  4. emmapretti ha detto:

    Caro Alessandro Gambardella,
    ti rispondo dopo solo per ragioni di tempistica. Mi ha fatto un estremo piacere leggere come tu abbia assimilato in pieno le sensazioni che volevo trasmettere e sia riuscito a puntualizzarle con un commento breve e esaustivo. Mi conforta vedere che esistono lettori attenti, sensibili e perspicaci!

  5. Mikael Compo ha detto:

    Cari poeti, sono lieto di invitarvi al “Concorso nazionale di Poesia Sperimentale”, qui trovate il bando completo: http://giornalesegreto.blogspot.it/p/concorso-poetico_03.html

  6. Giusy ha detto:

    Bellissima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...