IL GEROGLIFICO FINALE

Gwendolyn MacEwen ( 1941 -1987 ) – Canada.

– L’interesse primario di Gwendolyn MacEwn come poetessa era il linguaggio, e nel suo corollario, il mito. Nell’arco di trent’anni, la MacEwen ha creato, come scrittrice, un universo completo e diversificato. – ( Margaret  Atwood )

–  Queste poesie di Gwendolyn  MacEwen mi catturano con traiettorie di un gomitolo palleggiato tra due mani che non vogliono in definitiva disfarsene. Non vogliono comunque lasciarlo agli altri. C’è un’effervescenza che nasce dal seguire il fitto palleggio. L’occhio si fissa più sul movimento e meno sull’oggetto… L’importante è non perdere il ritmo di questa danza – ( Mario Luzi )

– E’ una poetessa non solo da leggere ma da rileggere in ogni lingua – ( William Weaver )

– Quando Gwendolyn MacEwen morì nell’autunno del 1987, Il Canada perse uno dei suoi poeti più significativi. La MacEwen si distinse non solo per la sua complessa visione poetica, al contempo singolarmente coerente, ma anche per la sua consumata passione per la scrittura. Fin dall’inizio della sua carriera letteraria, La MacEwn capì chiaramente la difficoltà di essere una poetessa, rendendosi conto che per diventare tale avrebbe dovuto affrontare gli “spietati labirinti e terribili ragioni” del mondo in cui viviamo – dall’introduzione di Branko Goriup, York university 1997.

– Appare subito chiaro alla lettura che la MacEwn, con una buona dose di consapevolezza, fa uso di una fascinazione istintiva e immediata per centrare il bersaglio – e il colpo difficilmente va a vuoto – ( Emma Pretti)

” La poesia è ciò che succede quando alzi gli occhi da questa pagina ” ( Gwendolyn MacEwen )

Verde di sonno

Verde di sonno la pelle respira la notte

– Ti sento rigirare mondi nel tuo oscuro sogno –

Le lenzuola come foglie  di una privata stagione

Parlano del singolare io che vi riposa.

Il tuo respiro è per me impenetrabile

Come una stagione più remota dell’inverno;

Verde di sonno, repira, respira la pelle,

Ti sento rigirare mondi nel tuo oscuro sogno.

Vi è una grande impronunciabile ruota che ci rende

Agili come miti, e verdi di sonno.

Le dimensioni di una tigre

Il gatto si stira nell’erba –

e i tuoi tendini si prolungano

verso stagioni di vento e delta –

ti rendi improvvisamente conto

di non avere limiti,

di essere un campo sconfinato.

malva e allegria, tu

sei l’ampiezza del vento e delle voci

finché qualcosa, un’ironia impercettibile

come una risata che prorompe dalle finestre

o una lieve pioggia ti restringe

e il gatto nell’erba si rannicchia.

Assenze

Non sei mai stato così bello

come ora, che non sei qui.

– Così inondato di luce

così chiaramente definito –

Mi taglio il dito sui bianchi

margini

di questo foglio.

Mi taglio gli occhi sui margini acuminati

delle tue assenze.

Sono infedele a te che sei distante.

Mi stendo con la tua ombra abbagliante, la tua

Mente bianca.

Le poesie di Gwendolyn MacEwen sono tradotte e pubblicate da  Longo Editore Ravenna e sono acquistabili omline su:  http://www.lafeltrinelli.it/catalogo/aut/235386.html

Annunci

Informazioni su emmapretti

Poetessa e scrittrice collabora con numerose riviste italiane e straniere con poesie, traduzioni, recensioni e racconti. Ha pubblicato cinque volumi di poesia. L'ultimo libro è del 2010 " I giorni chiamati nemici" Sefeditrice. Per notizie più ampie e dettagliate rimando alla nota bio-bibliografica inserita all'interno all'interno della mia ultima raccolta di liriche " I giorni chiamati nemici " -Sefeditrice 2010 - Firenze www.sefeditrice.it http://www.sefeditrice.it/scheda.asp?IDV=2441
Questa voce è stata pubblicata in Brani d'autore, poesie, valutazioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a IL GEROGLIFICO FINALE

  1. jean paul galibert ha detto:

    Ce petit mot pour vous signaler que je viens de faire un lien vers votre blog à partir de la page d’accueil de mon site, ainsi que dans la page « blogs amis ». A bientôt.
    http://jeanpaulgalibert.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...